DOTTORE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE. RICERCATORE ARCHEO-ASTRONOMICO, ASTROLOGICO, PSICOLOGICO.

martedì 25 luglio 2017

Verso il cambiamento.

  


Salve, ho visto che ha risposto al mio messaggio e la ringrazio. 
Volevo sapere da lei se queste opposizioni ai cosiddetti "pianeti malefici" hanno soluzione o purtroppo bisogna farsene una ragione e portarsele dietro per tutta la vita. 
Purtroppo la mia esistenza è stata piuttosto travagliata a causa di una situazione familiare poco piacevole e delle ossessioni (anni di cure psichiatriche dai 15 anni!). Anche la vita sociale scarsa e una cerchia amicale chiusa non sono d'aiuto. Non parlo del rapporto con l'altro sesso perché sarebbe come parlare di una cosa che è totalmente assente. Non credo di avere le carte adatte non solo per intraprendere una relazione sentimentale, ma anche avere una vita serena e quindi raggiungere la pace della mente. 
I pensieri intrusivi mi hanno portato a diplomarmi con una votazione bassa, interrompere gli studi accademici (studiavo Scienze dei beni culturali e ambientali), a ingrassare di 25 chili (eh si, i farmaci causano anche questo); poi dopo una parentesi di comunità terapeutica e tanti ricoveri in ospedale mi sono dato alla grafica. Ma un paio di corsi con un breve tirocinio curriculare non aiutano di certo a trovare lavoro. 
Lei ha giustamente detto "Le dissonanze rappresentano il motore che spinge l'uomo ad agire per risolvere le difficoltà". Vorrei tanto metterlo in moto questo motore ma più passano gli anni più credo che la cordicella per metterlo in moto sia spezzata o che il motore sia guasto, per rispondere alla sua precedente metafora. Faccio piccoli passi in avanti poi ne faccio altrettanti indietro come i gamberi.
Ossessioni ricorrenti su eventuali carenze fisiche, caratteriali, comportamentali. assenza totale di autostima e fiducia in se stessi mi riportano a una interpretazione personale negativa del mio TN.
Anche se riuscissi a trovare una soluzione a molti dei miei problemi ne troverei sempre una (es.: "perché non sono nato con Sole congiunto Mercurio? Mi avrebbe dato senso dell'umorismo e una innata dote di comunicazione...")
Forse penserà che l'astrologia a me non fa bene, io invece vorrei cercare di trovare in quel tema natale una eventuale ancora di salvezza, 
E lo dice uno che di strade ne ho provate tante.
Sono nato a (...).
 
Prima di tutto vorrei dirle che, anche se non si direbbe, la capisco benissimo, e sento il suo dolore. Anche io nel mio piccolo ho vissuto i miei momenti di tormento (Mercurio dissonante a Plutone, Luna in 12^ dissonante a Urano, Marte dissonante Urano) in cui mi son sentito di non avere più via d'uscita, di non avere più alcuna speranza. Ma ho lottato e finalmente sono venuto fuori dal dolore, anche se alcune persone senza scrupoli (per esempio alcuni astrologi o sedicenti tali) contribuiscono tuttora a darmi tormento (tant'è che ho ridotto quasi totalmente i miei rapporti con i cosiddetti "colleghi"). Adesso la mia missione è aiutare, ma lo è sempre stato, chi come me si ritrova a vivere una vita densa di angoscia e preoccupazioni. 
 
Ho visto morire persone care e ho vissuto tutta la disperazione per non esser riuscito ad aiutarli come volevo. Eppure devo sopportare commenti di anonimi che mi danno dell' "insulso".  Sia chiaro che ormai insulti del genere non mi fanno più caldo né freddo perché non posso pretendere di piacere a tutti, non posso pretendere che gli altri mi vedano come sono nella realtà e non posso pretendere che tutti siano come me. Altrimenti come potrei sentirmi orgoglioso di me stesso?
 
Un'astrologa si lamentava di me con tutti perché era sicura le avessi previsto un cancro. Voglio dire: anche quando facciamo le cose nella maniera più impeccabile possibile c'è sempre qualcuno che ci fa cadere le braccia. E ci domandiamo: "Ma è scema/o?" "Sta parlando seriamente?" In fase di interrogatorio in tribunale si prende sempre in considerazione l'effetto distorsivo generato da un evento emotivamente intenso. Quindi, chiunque, in condizione di forte stress può intendere in maniera diversa le parole di qualcuno. Succede tra coppie che si amano, figuriamoci tra sconosciuti o conoscenti. Questo mi è stato utile perché ora registro sempre tutto ciò che dico.
 
Il problema sta nel rifiuto a cambiare punto prospettico. Abbiamo convinzioni su di noi, sugli altri, su come sono andati i fatti. Chi rimane sempre delle proprie convinzioni ha smesso di crescere, sopratutto se gli viene data la possiblità di ricredersi, di mettersi in discussione.

Quel che è utile per venir fuori dalle nostre angosce e paure è pensare sempre che noi non siamo gli stessi di quando eravamo bambini e che in ogni istante possiamo cambiare. In natura tutto cresce e si trasforma; e allora non vedo per quale motivo l'uomo debba rimanere sempre uguale a sé stesso. L'uomo cambia, pur mantenendo certi tratti di sé; ma non è mai quello che era 10 anni prima. Può peggiorare, ma può anche migliorare. La stasi non è contemplata, tranne nei casi in cui esistano gravi problemi cognitivi. E anche in quel caso, se l'ambiente è sollecito, il soggetto avrà piccoli ma efficaci cambiamenti. 
 
Lei non ha problemi cognitivi e lo dimostra il fatto che sia presente a sé stesso. Questo è già un punto a nostro favore. Ed è consapevole di avere delle idee fisse. Anche questo è positivo. 

Non bisogna sottovalutare quanto sia importante per noi mantenere certe convinzioni! la malattia, in questo caso, sicuramente le è utile. I vantaggi che lei vede in una guarigione sono inferiori rispetto a quelli che vede rimanendo così com'è. Se diciamo a un fumatore che il fumo fa venire il cancro, egli non smetterà di fumare perché ciò che conta è la prospettiva presente, non la prospettiva futura. Le persone fanno qualcosa per soddisfare un desiderio al tempo presente. Fare una dieta, per esempio, significa rinunciare al piacere presente. Bisogna essere motivati. Bisogna trovare una motivazione che sia più forte del semplice "voglio stare meglio" o del "se continuo così le cose andranno sempre peggio". 

Il fumatore, a dire il vero, se ne infischia del futuro. E anche chi ha un problema come il suo. In verità se ne infischia. Ci pensa, ma questo ragionarci sù non è così forte, convincente, motivante. Quindi?  Quindi c'è un lavoro da fare su di sé per mezzo di un professionista capace e competente.

Ma mettendo da parte la psicologia, lei mi chiede di astrologia. La primissima cosa che le dissi su quel sito da cui lei mi ha contattato, è che un Toro con Sole in opposizione a Plutone assorbe molto del suo opposto Scorpione e si compensa. Quindi, se il Toro è generalmente un placido buontempone bonaccione,  il Toro compensato è un soggetto fragilissimo, tormentato, una spugna emotiva. Questo glielo dissi ancor prima di sapere che lei fosse in terapia, come sto apprendendo invece solo ora da questa sua email. 

Tra l'altro Plutone in I casa è sempre indice di una personalità bloccata, contorta; ma è anche indice di potenze risanatrici misteriose, nascoste, potentissime. Sole in trigono a Urano, Nettuno e Saturno sono l'evasione, la via d'uscita nel sogno, nell'immaginazione, nel futuro, ma vi è anche un buon rapporto con la realtà. Quindi lei è sì un gran nevrotico, ma il Sole in trigono a Saturno le permette di avere i piedi un po' più ancorati alla terra. Questo mi sembra un buon punto di partenza. 

Ora, queste ossessioni, questi tormenti, hanno più che altro a che fare con la violazione di certi spazi sociali visto che il Sole è in VII. Allora io le consiglierei di studiare nei minimi dettagli tutte le sue ossessioni, di analizzarle criticamente, di scrivere su un quaderno o su una pagina web come sono fatte, in cosa consistono, quando si manifestano. Ma non le chiedo di metterle sotto giudizio di altre persone. Se è d'accordo le deve studiare in tutte le sue caratteristiche più minuziose. Le chiederei di essere il più preciso possibile e di sforzarsi di approfondirle tanto che lei deve divenire un grandissimo esperto delle sue ossessioni: si interroghi, si analizzi, si osservi. Guardi al suo problema come farebbe uno scienziato perché il Sole in trigono a Saturno, signore per esaltazione della Bilancia, può essere un suo grande alleato. Faccia finta che lei sta studiando una persona che non è lei stessa. Faccia finta che sta analizzando cose, fatti che non le appartengono. Si dedichi a ciò per mesi, con dedizione e passione e sono sicuro che potrebbe accadere un piccolo miracolo. Mi faccia sapere. Un abbraccio.
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Buongiorno, 
Le ho scritto un po' di tempo fa sulla chat del sito (...), con il nome di (...).
Molto gentilmente, lei mi ha detto che avrebbe potuto rispondere ad una delle mie domande a titolo gratuito (...).
Io sono nata il (...).
Le riporto, come da sua gentile richiesta, la data della morte di mio padre (...).
La domanda a cui mi ha detto di poter rispondere , riguarda il mio nuovo lavoro. Ho iniziato il 3 luglio, lasciando un precedente lavoro in un azienda che avevo avviato insieme proprio all' uomo per cui vorrei richiedere la sinastria. Vorrei sapere che prospettiva ho in questa nuova società, come andrà, quanto durerà, soprattutto alla luce dell' ingresso di Giove in Scorpione.
Rimango in attesa di un suo riscontro, in modo da sapere anche di più sul consulto e poterle sottoporre nuovamente la data della persona che mi interessa.
Grazie mille.
(...).
 
Partiamo dal presupposto che il transito di Giove in X Casa radix non necessariamente ci parla di miglioramenti sotto il lato professionale lavorativo. Potrebbe riguardare qualsiasi tipo di miglioramento in qualsiasi altro campo della nostra vita; e a seconda della rivoluzione solare potrebbe essere assai blando o importante.
 
L'anno astrologico in corso notiamo immediatamente una specie di disastro economico; o un fortissimo impegno nel dover pagare degli arretrati, un mutuo etc. Insomma, sitratta di un anno astrologico assai duro sotto il piano del denaro, e per i motivi più disparati.
 
Abbiamo uno stellium in 6^ Casa con Giove e Venere. Da un lato portano problemi a 360 gradi, ma dall'altro si esprimono portando novità positive per il lavoro. Urano è dominante in 12^ Casa, da manuale, ci parla di un'atteggiamento radicale, di un cambiamento importante, più che altro caratteriale perché porta a essere più decisi e risoluti. Insomma, è l'elemento decisivo per poter prendere una posizione nella vita e per fare delle scelte, anche se nel 12° campo ci parla di fulmini a ciel sereno che scombussolano la vita.
 
Nella prossima rivoluzione solare vediamo uno stellium in 2^ Casa che ha i suoi pro e  i suoi contro. Di sicuro si parla di maggiore circolazione di denaro, sia in entrata e sia in uscita. E considerando che lei proviene da un momento economico difficile, dove probabilmente avrà speso denaro per investire nella sua nuova attività, non credo che riuscirà a recuperare completamente tutte le spese. Certamente non è un periodo statico o solo in ribasso. 
 
Urano in X Casa di rivoluzione indica un colpo di scena nella propria attività lavorativa o come dicevo prima, in un campo qualsiasi ma che riguardi la sua emancipazione. Qui si parla di un interessante e inaspettato cambiamento, fonte di crescita. Ma è anche un intoppo. Per cui, quel Giove che transita in X Casa radix non credo che agirà in modo esplosivo, ma non credo nemmeno che l'attività possa finire in fumo. 
 
Infatti, Urano in opposizione al MC mentre Giove si congiunge alla Luna, sono due transiti che in combinazione promuovono importanti cambiamenti. Ovviamente sarebbe necessario comprendere che tipo di attività sia e mille altre cose. Ma così, su due piedi, io direi che l'attività potrebbe durare qualche tempo. Se però lei ha aperto questa attività in un altran regione d'Italia, allora io penso che Giove in IV Casa di rivoluzione possa indicare un ritorno a casa sua. 

Non buono per le questioni affettive. 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------



Grazie mille per la spiegazione. Volevo solo sapere se ha visto qualcosa di grave nel mio tema natale? Perchè per un periodo della mia vita ho pensato cose davvero brutte e questi periodi mi capitano di tanto in tanto.
 
Gentile lettrice, Lei ha un Sole in opposizione a Urano. Questo significa che la sua vita non sarà monotona, ma ci saranno spesso colpi di scena importanti. Questo dipende anche dal fatto che, quando diventerà più grande, sentirà sempre più la necessità di fare cose in maniera ribelle, spesso mettendosi contro la "normalità". E questo le porterà un po' di dispiacieri. Ma il lato positivo sta nel fatto che se incanala questa specie di ribellione in un'attività professionale o in un interesse artistico, potrebbe essere originale, diversa e per questo vincente.
 
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 
 

Salve, volevo darle riscontro sulla domanda circa la mia situazione
sentimentale. " Ritengo che ciò possa essere a suo vantaggio anche in amore
perché la RS mostra Venere in VII e l'ascendente in 5^ Casa radix, mentre
Giove transiterà sullo stellium in X, dove c'è anche Venere. Sono ottimista
circa il fatto che entro ottobre possa vivere un'avventura o qualcosa di
più; ma ciò che mi preoccupa è che nella prossima RS c'è Saturno in 5^ che
non va affatto bene. "

http://alramiastrologo.blogspot.it/2017/04/quanti-pesci-ci-sono-nel-mare-zodiacale.html?m=1
Effettivamente sto vivendo una specie di avventura con un uomo del passato,
ma la cosa pare essere vissuta diversamente da parte di entrambi.
Soprattutto da parte di lui.
La cosa strana è che la nostra rs 16/17 è molto simile la mia "termina ad
ottobre" la sua è terminata a inizio mese e già ha iniziato a vivere quella
2017/2018.
Mi chiedevo se era possibile fare un altra domanda . Dalla mia rs che
inizierà tra poco c'è un saturno in V e la V cade nella XII natale
(potrebbe indicare una storia extra?) Mentre lui ha un bel saturno di RS
piazzato in VII che cade nella IV oltre ad una venere in XII di rs
(congiunta alla sua venere natale).
Mi scusi per il pappier :)
Saluti
 
Questo tipo di astrologia è quella descritta dal Volguine. Questo autore non sperimentò mai veramente a lungo e non fece altro che ricopiare quello che derivava da una tradizione più antica. Tra l'altro, un esperto di astrologia classica, molto colto, molto istruito, studioso d'eccezione, sbagliò totalmente la sua lettura della mia rivoluzione solare perché usava tutte quelle cose che lei mi sta elencando. Usava persino i segni zodiacali ma non seppe dirmi nulla di valido. Questo mi convinse ulteriormente a non seguire quel metodo. Nell'astrologia che io uso, che non è la verità assoluta ma è solo il sistema che secondo me è più corrispondente con la realtà, è importante prima di tutto stabilire la posizione dell'ascendente di rivoluzione nelle Case radix, poi del Sole nelle Case di rivoluzione, di Marte, degli stellium e infine tutto il resto. Un ordine che poi va sintetizzato. Ma non si prendono in considerazione le sovrapposizioni delle Case radix con quelle di rivoluzione. Non funziona nemmeno la sovrapposizione delle Case di rivoluzione sui pianeti radix. 
 
 Facciamo un esempio: se l'ascendente di rivoluzione cade su Saturno radix, non succede nulla che abbia attinenza con quel Saturno. Però questa è solo la mia esperienza. Sia ben chiaro che se qualcuno ci trova utilità a usare un sistema diverso è libero di farlo. Io non lo trovo utile e quindi procedo a modo mio, ossia seguendo la scuola di Ciro Discepolo. La ritengo più affidabile anche per via dei mille esempi esplicativi presenti in ogni suo libro, contro i due o tre presenti sull'unico testo del Volguine. Discepolo mi ha convinto per il suo lavoro di ricerca e di scoperta costanti. Siccome credo fermamente che l'astrologia sia work in progress, allora seguo gli orientamenti moderni che mirano alla verifica, alla sperimentazione e alla messa in discussione delle credenze antiche. È un mio personale punto di vista. Insomma, sono un'evoluzionista. 
 
Allora, se Saturno è in 5^ Casa non è necessario andare a scomodare altre configurazioni perché all'opposto, anzicché chiarire la questione possono confonderci e fuorviarci. Con Saturno in 5^ è assai difficile che lei possa avere avventire extra. Questo lo potremmo desumere da Nettuno, non da Saturno. A meno che lei non fosse un'abituale fedifraga. 
 
Se poi lui ha un "bel" Saturno in VII, allora altrettanto "bella" sarà la condizione di freddezza tra voi due, soprattutto se egli ha anche Venere in 12^ Casa di rivoluzione: le paure e i timori per le questioni d'amore. Quindi io non userei affatto il termine "bel Saturno in VII", ma userei il termine "pessimo Saturno in VII".
 
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Ciao Beppe,
se hai la possibilità puoi vedere se andando a Madrid saturno passa in quinta casa, diversamente avrei valutato  Salamanca dove mi pare che  saturno sia in quarta e marte e giove siano in cuspide 3/4  o Lisbona  dove saturno è in quinta e marte e giove in 4. In ultimo puoi indicarmi se ritieni più insidioso  avere nella rivoluzione solare saturno in quarta o marte e giove in quarta (vorrei cambiare casa ma al momento non ci sono ancora riuscita e quindi, senza fare grandi spostamenti, volevo togliere saturno dalla quarta ma mi pare che spostando saturno in quinta risolvo poco perché marte e giove entrano in quarta, non so cosa sia il meno peggio) .
Buona giornata.

Marte e Giove sono meglio di Saturno in IV. Però non so perché vuoi rovinare la 5^ Casa che invece potrebbe dare gioie. Una volta tanto che capitano belle posizioni perché rovinarle?   

venerdì 21 luglio 2017

Astrologia medica

L'idea di associare ogni parte del corpo a un segno zodiacale in successione numerica crescente, è molto antica e deriva dalla tradizione astrologica classica.
La regola di base è quella di procedere dall'alto al basso, dalla testa ai piedi, associando ogni parte del corpo a un segno zodiacale dall'Ariete ai Pesci: l'immagine qui a sinistra raffigura il cosiddetto uomo zodiacale dove è possibile notare l'associazione di cui sopra. All'ariete corrisponde la testa, al Toro la gola, ai Gemelli le spalle, con braccia e mani, al Cancro il petto e i seni, al Leone il cuore, alla Vergine l'apparato digerente, alla Bilancia il basso ventre e i reni, allo Scorpione gli organi riproduttivi e l'ano, al Sagittario le cosce, al Capricorno le ginocchia, all'Aquario le caviglie, e i piedi ai Pesci.

Secondo la mia opinione, secondo la mia esperienza, le associazioni sono valide sino a un certo punto e adesso vedremo il perché.

Da ricerche condotte da diversi astrologi italiani tra cui Lisa Morpurgo, Ciro Discepolo e Adriana Rampino Cavadini (lo ribadisco: i migliori al mondo sono gli astrologi Italiani), vien fuori che le cose stanno in maniera leggermente diversa. Per esempio sia Discepolo che la Morpurgo affermano che i Gemelli non hanno a che fare con le mani, che invece sono sotto la giurisdizione della Vergine; mentre siamo in accordo sulla questione dell'apparato digerente. I Gemelli è vero che han a che fare con problemi respiratori, di bronchi, ma hanno pure a che fare con la mobilità articolare in generale. Per quanto attiene il Toro siamo tutti d'accordo che abbia a che fare con la gola, ma ha anche a che fare con ogni tipo di ghiandole presenti nel corpo, comprese quelle sudoripare. Qualche Morpurghiano sostiene che abbia a che fare con i problemi alla vista, cosa su cui non possiamo concordare, almeno noi. Il Cancro è vero che ha a che fare coi seni, ma è pure strettamente connesso all'esofago, al duodeno, allo stomaco, all'apparato gastrointestinale, quindi comprende una regione di spazio corporeo che va sino al di sotto del cuore contravvenendo alla logica consequenziale di cui sopra. Infatti il Leone, segno che giunge dopo il Cancro, è anatomicamente collegato al cuore, che invece si trova prima dello stomaco. Inoltre va ricordato che il segno del Leone ha a che fare con la colonna vertebrale, considerazione che non ricordo dove ho letto, ma che condivido con qualche remora. Della Vergine abbiamo già parlato, ma è importante aggiungere che sovente riguarda le problematiche alla vista assieme ai Pesci. Per la Bilancia concordiamo all'unanimità che possa riguardare i reni compresa la vescica. Ma per quel che mi riguarda, c'è ancora altro da scoprire. Dello Scorpione si dice abbia attinenza con gli organi sessuali e l'ano; e siamo d'accordo includendo anche ovaie e testicoli. Per quanto attiene il Sagittario subentrano alcune stranezze: è associato alle cosce, ma in realtà dovrebbe essere collegato alla deambulazione in generale e soprattutto alle anche. Queste si trovano sulla stessa linea degli organi di riproduzione e questo dato contravviene alla logica della consequenzialità, che dicevo, appunto, è valida sino a un certo punto. Tra l'altro il Sagittario è strettamente connesso al fegato, organo interno che ovviamente non si trova sulla linea delle cosce. Al Capricorno vengono associate le ginocchia e siamo tutti d'accordo. Ma sappiamo pure che riguarda le ossa in generale, soprattutto i denti e poi la pelle. Dell'Aquario si sa che riguarda le caviglie, ma sappiamo che riguarda la circolazione sanguigna, venosa, arteriosa, e quindi tutto il corpo ma soprattutto le terminazioni nervose, la periferia del corpo; e in ultimo, non per importanza, riguarda l'udito. Infine, per quanto riguarda i Pesci, è vero che riguarda i piedi, ma attiene moltissimo i problemi alla vista, come per la Vergine, senza dimenticare che ha molto a che vedere con problemi di tipo psichiatrico (come per certi Toro).
Ora, anche volendo adottare la geniale rivisitazione dell'uomo zodiaco elaborato dalla Cavadini, non riusciamo ugualmente a comprender il nesso tra il Capricorno e l'ossatura in generale, o perché il Cancro è anatomicamente legato a una parte del corpo invertita rispetto alla consequenzialità che ha col Leone, e nemmeno perché la Vergine ha a che fare con le mani e la vista. Certo, possiamo dire che siccome la Vergine è pratica e tecnica, lo strumento essenziale per espletare tal funzione è proprio la mano. Ma questa è solo un'analogia, non una dimostrazione.
Non va trascurato che la stessa parte del corpo non necessariamente riguarda il punto debole del soggetto. Anzi! Può invece riguardare il punto forte: un Gemelli potrebbe essere un campione di apnea per esempio; e un ottimo maratoneta potrebbe essere del Sagittario (come Gianni Morandi per esempio o come mia sorella che con Luna in Sagittario partecipa a maratone ogni volta che può).
Dunque, ricapitolando, partendo dal presupposto che la logica della consequenzialità sia parzialmente valida, ossia da non rifiutare completamente ma solo in minima parte, occorre usare un altro tipo di logica per comprendere le cose in maniera più persuasiva. 
Mentre ci ragionavo sù, alla mia Francesca è venuto in mente che forse può c'entrar qualcosa l'elemento o il pianeta in gioco. Pur sapendo che questo tipo di analogie è solo dimostrazione di intelligenza e creatività, ma non che le cose stiano veramente così, abbiamo deciso che valeva comunque la pena tentare di andar più a fondo nella questione. 
Francesca (la mia fidanzata) ha ipotizzato che la relazione tra i Pesci e la vista risieda nel fatto che Nettuno, pianeta associato alla divinità Greco-Romana delle profondità marine, possa giocare un ruolo determinante. Se Nettuno è il Mare, allora quando si nuota prima di tutto si perde il contatto con la terra ferma sotto i piedi (e da qui i problemi legati a questa parte del corpo), e poi è chiaro che sott'acqua la vista risulta essere offuscata. Il motivo per cui anche la Vergine dovrebbe manifestare tale problema sta nel fatto che, come ben sapete, i segni in opposizione si "scambiano" caratteristiche e dunque anche patologie.  Ed ecco perché anche un Leone può soffrire per esempio di vene varicose. Ma questo è risaputo.
Con un po' di creatività e di ingegno è possibile stabilire come ogni pianeta possa avere a che fare con precise patologie o ossere collegato a specifiche parti del corpo. Però, come detto prima, questa "ginnastica mentale", non mi ha mai convinto fino in fondo poiché la nostra logica, per quanto possa sembrare ferrea, non dimostra un bel nulla. Esattamente come l'analogia tra segni e mesi dell'anno lascia il tempo che trova e non è assolutamente dimostrazione di una legge di causa ed effetto tra i due fattori, allo stesso modo non possiamo pretendere che le analogie tra il mito e le patologie possano dimostrare qualcosa (clicca qui per il libro segni zodiacali e stagioni).
Forse ci conviene rinunciare alle dimostrazioni per immergerci totalmente ed esclusivamente nel simbolismo? Può darsi. Per quel che mi riguarda sono aperto a ogni possibilità, ma sempre con il mio proverbiale scetticismo e la mia tipica diffidenza verginea. 

A scanso di equivoci conviene ricordare a chi è totalmente a digiuno di queste conoscenze, che non si afferma che appartenere a un dato segno è condizione necessaria e sufficiente per sviluppare una data patologia. La cosa viene affrontata solo attraverso l'intera analisi del tema di nascita e considerando anche eventuali fattori di rischio. 

mercoledì 19 luglio 2017

Karma a primo sguardo

"Non si dia troppe arie: infondo l'astrologia non è una scienza!"
Questa è una frase che qualche astrologo ha sentito talvolta da chi voleva difendere la propria posizione di studioso, sminuendo il lavoro e l'operato dell'astrologo. Insomma, creare un muro, una distanza: "non confondiamo la lana con la seta!". Esso, l'astrologo, infatti viene considerato un povero stolto privo di una vera cultura. Io credo che nessuno debba darsi arie, a prescindere; ma essere un'astrologo (se si è veri studiosi) significa essere al pari di qualsiasi altro scienziato o studioso di qualsiasi altra materia poiché non esistono conoscenze di serie A e conoscenze di serie B.
La conoscenza è una, universale, ed è sempre fonte di ricchezza, per chi la sa cogliere. 
Ognuno può scegliere di apprendere la forma di conoscenza che più si confà alla propria forma mentis; ma che tutti abbiano rispetto dello studio e dell'impegno di chi ama la conoscenza, qualunque essa sia. 
 
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
Salve mi chiamo (...)
Sono nato il (...)
Vorrei chiederle le mie attitudini lavorative e di studio quali sono.
Grazie della disponibilita.

Diciamo subito che dal punto divista professionale vi è un particolare interesse verso l'estero, i viaggi, gli animali, le conoscenze filosofiche, le lingue. Uno di questi ambiti.  Però è anche vero che nella stessa casa abbiamo Urano, Saturno e Marte che mi fanno pensare a un'attività non proprio fortunata, facile; anzi, immagino numerosi colpi di scena. Ma la suddetta impetuosità e rivoluzionarietà del settore potrebbe manifestarsi sulla salute anzicché sul lavoro, indicando la possibilità di contrarre malattive in viaggio o a causa di stranieri. Perciò sarebbe idoneo che lei si premunisse anzitempo, proprio in virtù di questa eventualità. 

La sua indole Ariete, unitamente al Sole in X Casa indica che lei ha forte necessità di realizzarsi, di fare qualcosa per abbandonare presto il suo nucleo famigliare. Insomma, esiste ambizione ma purtroppo, vi è troppa impetuosità, imprudenza, mancanza di pianificazione. Infatti il Sole è dissonante a Marte (impulsività e avventatezza, compreso un complesso nei confronti dell'autorità) e a Nettuno (abbagli, sogni a occhi aperti, paure varie). Ma almeno vi è sincerità, schiettezza, generosità e nobiltà d'animo (Luna in Leone in trigono a saturno). 

Comprendere le sue predisposizioni è un po' difficile: diciamo che la forte componente di 6^ casa la spinge a interessarsi alla salute, del corpo, della mente, in senso anche filosofico e comunque sempre con un occhio di riguardo vero l'estero, l'oriente o altri posti esotici. Quindi non escluderei una carriera come massaggiatore, anche un po' attento all'estetica (Venere in X). Quindi, secondo me la fisioterapia potrebbe andar bene, ma credo che lei ci metterà per forza del mistico in mezzo perché il Sole dissonante a Nettuno vuole spaziare oltre i confini del concreto. 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 Comunque sono stata una gran maleducata a non presentarmi, Il mio nome e (...)  Le do i dati di entrambi poi lei saprà quale dovrà utilizzare. Io: (...) Lui: (...). L'ora non la so. Prima le chiesi se vedeva qualcosa di karmico nella nostra sinastria perchè la prima volta che lo vidi, proprio la prima volta in assoluto tramite amici mi colpì immediatamente. C'era qualcosa in quel ragazzo che mi attirava. Vedevo che mi scrutava e io facevo lo stesso ed ogni volta che i nostri sguardi si incrociavano lui lo abbassava. Dopo una settimana di uscite di gruppo non avevamo scambiato moltissime parole, molti sguardi e lievi contatti fisici ad esempio poggiate di mano sulla spalla per passare da una parte della stanza all'altra ed altri contatti fisici a mio parere inutili e dunque non pensai ad altro oltre che una sua semplice curiosità dato che è uscito da poco da una storia importante. Qualche giorno dopo mi trovai un messaggio sul telefonino ed era lui. Chiami un amico in comune per dirlo dato che la differenza di età è abbastanza marcata e lui disse che lui gli disse che giá dalla prima sera che mi vide per la prima volta era davvero molto incuriosito e attratto da me ma in maniera strana che non gli era mai capitato e che di solito le ragazze così piccole non le guardava nemmeno e che fu una cosa d'istinto e che il mio atteggiamento era tutto purchè quello di una diciasettenne. Per questo pensai ad un incontro karmico ma dato che lei non se ne occupa non importa va benissimo comunque solo sapere se lei vede un "futuro" perchè al momento lui non è qui ed io non so se voglio approfondire e se sa dirmi qualcosa che spieghi queste sensazioni reciproche. Poi volevo anche chiederle da parte di un'amica se comparando carte natali di persone che non sono in contatti per niente e ci sono aspetti positivi non è detto che quelle persone si debbano incontrare per forza o che invece in un modo o nell'altro si incontranno prima o poi?  Scusi per il poema ma a me piace spiegare le cose per bene ahaha

Come ho scritto in privato, non credo nel karma, cioè non credo nella predestinazione. Ho scritto davvero tante volte che se tutto fosse scritto, predestinato, allora l'astrologia sarebbe una scienza esatta, tutto sarebbe ineluttabile e noi non potremmo far nulla per cambiare le cose. E invece le vicende umane, a mio parere, si muovono per mezzo del principio di equifinalità di cui ho prlato molte volte, anche attraverso un video didattico. 

Ma parlare di Karma affascina, e questa cosa della predestinazione indubbiamente piace al 99% degli studiosi di astrologia o dei curiosi. A me non affascina. Mille volte è capitato a me di sentire un'attrazione misteriosa, magnetica, ho sentito come una sorta di predestinazione; ma il risultato finale è che erano solo fisse, convinzioni irrazionali. C'è qualcosa di una persona che ci attrae, è magnetica, ma questo non significa nulla. Non significa né che quella sarà la storia più importante della nostra vita, né che sarà la peggiore, né che tale persona è stata incontrata in una vita precedente. Questo lo dice l'astrologia Karmica; ma chi mi dice che l'astrologia Karmica ha ragione? Nessuno. Non ci sono prove. Quindi non mi interessa. Preferisco qualcosa di più concreto. La questione della reincarnazione è fede, religione. Non mi interessa. 

Allora, cosa posso dirle? Vediamo. Il grafico astrologico annuale ci parla di un Plutone in 5^, cioè di una cotta violenta, e di un Nettuno in VII, cioè di angosce e timori per le questioni di coppia. Devo essere sincero; ma non trovo alcun transito che mi parla di una storia duratura, per il momento. Quindi io penso che questo possa essere un bellissimo flirt, ma non credo sarà una storia lunga, o importante. Anche il prossimo anno astrologico, a partire dal prossimo compleanno, non mi sembra possa offrire grandi cambiamenti. Sicuramente viaggi, cose belle dagli studi; ma non mi sembra che possa produrre granché. Lei comunque viva la passione, ma senza sperare più di tanto.

Questo anno in corso invece lo vedo davvero pessimo per le esperienze in casa o che riguardano i genitori. Parliamo dell'anno da agosto 2016 ad agosto 2017.

Due persone con grafici perfettamente compatibili possono anche non incontrarsi mai e possono anche non innamorarsi mai. L'attrazione magnetica non c'entra con l'astrologia. Dipende da mille fattori come per esempio gli ormoni, i gusti personali. L'astrologia ci dice cosa accadrebbe se i due soggetti decidessero di vivere una relazione e se è il momento giusto per vivere un'amore duraturo o no.